ddl Zan (1)

Sono stato qualche ora fa bombardato di stati su Instagram che parlavano dell'”uccisione” del ddl Zan. Non potevo cogliere occasione migliore per parlarne anche nel mio blog, riorganizzando un po’ tutte le informazioni.
Cercherò di essere il più neutrale possibile (data anche la grande quantità di clickbait in giro) durante l’esposizione dei fatti, per poi aggiungere il mio parere personale.

0. Cos’è il ddl Zan?

(Puoi saltare questa parte se hai già letto e compreso tutto il testo della proposta di legge)

È una proposta di legge (proposta appunto dal parlamentare Zan) che contiene principalmente le seguenti disposizioni:

  • Definizioni di “sesso”, “genere”, “orientamento sessuale”, “identità di genere”;
  • modifiche agli articoli 604-bis e 604-ter del Codice Penale, articolo 90-quarter del codice di procedura penale (e altre leggi che non citerò, comunque sempre riguardanti discriminazioni) per aggiungere atti di violenza/discrimazione per sesso, genere, orient. sessuale, etc., portandoli al pari di discriminazione/violenza per motivi razziali, etnici, nazionali o religiosi e includendo aggravanti;
  • modifiche alla legge convertita 25 giugno 1993 n.205 per integrare art.604-bis e 604-ter, oltre a modificare disposizioni riguardo attività non retribuite per la collettività;
  • istituzione della Giornata Nazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e latransfobia ogni 17 maggio, in cui sono comprese le scuole.

1. Cosa è successo oggi?

Il Senato ha votato per il non passaggio alle votazioni (in base all’Art.96 del Regolamento del Senato; vedi esempio qui) della proposta di legge ddl Zan. I risultati sono stati 154 favorevoli, 132 contrari, 2 astenuti. I voti sono stati inoltre segreti.
La proposta legge non potrà dunque passare alle votazioni per la sua approvazione o meno.

2. Cosa significa questo?

L’attuale testo della proposta di legge è stato respinto. Si potrà presentare una nuova proposta di legge sulla stessa materia solo tra sei mesi, riscritta da zero.
Siccome Camera e Senato devono deliberare la stessa legge, questo blocco dal Senato nullificherà l’approvazione del testo dalla Camera del novembre 2020.

3. Pareri personali

GODOO- ehm, volevo dire…. Personalmente sono eterosessuale e non sostengo esplicitamente comunità come quella LGBT. Rispetto però tutte le persone e non vedo molti problemi nel ddl Zan che non fa molto di più che portare specificamente* le discriminazioni per genere/orientamento sessuale/identità di genere al pari del razzismo e le discriminazioni per religione/nazionalità/cultura, aggiungendo anche aggravanti; se proprio si deve far polemica, l’articolo 7 sull’istituzione di una giornata nazionale mi è sembrato un po’ frettoloso e dovrebbe essere definito e motivato meglio.

*discriminazioni e violenze NON sono ammesse e sono punite in ogni caso

E come concludere? Potevano anche risparmiarselo, anche perché non si era passati nemmeno alla discussione articolo per articolo nel Senato; ma non tutto è stato invano: immagino che ricevere un tasso di interesse così alto dall’opinione pubblica sia già stato favorevole per chi ha proposto e sostiene questa legge.


Non essendo assolutamente laureato in giurisprudenza, non posso spingermi oltre e chiedo perdono se ho scritto alcune cavolate.

Ci si rivede al prossimo articolo!

Pubblicato
Etichettato come Attualità

Di lumos

Vivo, studio, gioco, chiacchiero, ogni tanto scrivo. Fiero di essere l'amministratore di questo sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.